“1984 White”

Brut D.O.P.

Classificazione
Metodo Classico Millesimato – Spumante di Qualità Brut Bianco
Area di produzione
Castelnuovo Rangone (MO)
Vitigni
Pignoletto D.O.P. e Trebbiano di Castelvetro
Sistema di coltivazione
Guyot
Contenuto alcolico
12,5% vol
Zuchero residuo
5 gr/lt
Acidità totale
8 gr/lt
Temperatura di servizio consigliata
8°C

Il Metodo Classico 1984 White è un metodo classico di grande personalità: composto da una selezione di uve Pignoletto D.O.P. per il suo fine e delicato fruttato, e Trebbiano di Castelvetro per la sua grande acidità che dona longevità a questo vino. Tutte uve derivanti da uno specifico terreno argilloso che conferisce all’uva le note sapide che ritroviamo nel bicchiere. Il 1984 White è dato da una prima fermentazione naturale in botte d’acciaio e da una seconda fermentazione naturale in bottiglia. Fermentazione molto lenta a basse temperature per preservare tutta la ricchezza aromatica che il vino cede durante questa fase. Dopo un lungo riposo in bottiglia per 24 mesi sui suoi lieviti, il vino ottenuto è pronto per le operazioni manuali di messa in punta e sboccatura (dégorgement à la volée), un’operazione di estrema accuratezza ed esperienza che ci permette di stappare la bottiglia da dove, per effetto della sovrapressione, schizza fuori il residuo di fermentazione sotto il tappo; per poi prontamente ritappare la bottiglia. Dopo questa lunga attesa otteniamo uno spumante di colore giallo paglierino brillante; dal perlage fine, vivace e persistente. Profumo intenso ed aromatico, con note di frutta matura e sentori di crosta di pane. Sapore fresco, con un grande equilibrio corpo/acidità. La bocca è tesa e croccante, fresca e verticale, con venature sapide, fine e prolungata nel finale. Ideale come aperitivo, ma allo stesso tempo col suo straordinario equilibrio, buon corpo e lunghezza è in grado di sostenere con grande piacevolezza il tutto pasto. Specialmente piatti di mare e carni bianche.

Il Metodo Classico 1984 White è un metodo classico di grande personalità: composto da una selezione di uve Pignoletto D.O.P. per il suo fine e delicato fruttato, e Trebbiano di Castelvetro per la sua grande acidità che dona longevità a questo vino. Tutte uve derivanti da uno specifico terreno argilloso che conferisce all’uva le note sapide che ritroviamo nel bicchiere. Il 1984 White è dato da una prima fermentazione naturale in botte d’acciaio e da una seconda fermentazione naturale in bottiglia. Fermentazione molto lenta a basse temperature per preservare tutta la ricchezza aromatica che il vino cede durante questa fase. Dopo un lungo riposo in bottiglia per 24 mesi sui suoi lieviti, il vino ottenuto è pronto per le operazioni manuali di messa in punta e sboccatura (dégorgement à la volée), un’operazione di estrema accuratezza ed esperienza che ci permette di stappare la bottiglia da dove, per effetto della sovrapressione, schizza fuori il residuo di fermentazione sotto il tappo; per poi prontamente ritappare la bottiglia. Dopo questa lunga attesa otteniamo uno spumante di colore giallo paglierino brillante; dal perlage fine, vivace e persistente. Profumo intenso ed aromatico, con note di frutta matura e sentori di crosta di pane. Sapore fresco, con un grande equilibrio corpo/acidità. La bocca è tesa e croccante, fresca e verticale, con venature sapide, fine e prolungata nel finale. Ideale come aperitivo, ma allo stesso tempo col suo straordinario equilibrio, buon corpo e lunghezza è in grado di sostenere con grande piacevolezza il tutto pasto. Specialmente piatti di mare e carni bianche.

Nella stessa categoria